Salvavita per anziani

salvavita per anzianiCerchi un salvavita per anziani? la nostra guida ti darà un mano a scegliere il migliore!

Siamo sempre di corsa, indaffarati tra mille cose da fare e altrettanti posti dove dover andare, con un tempo limitato a disposizione per fare tutto ed a questo si somma la preoccupazione per i nostri cari, nella maggior parte delle volte in la con l’età, che non possiamo accudire quotidianamente in modo diretto.

Gli anziani spesso sono affetti da patologie e non si sentono sicuri se si trovano da soli a casa. Cosa potrebbe accadere se non ci fosse nessuno vicino e loro si trovassero in una situazione che richiede un aiuto esterno in tempi rapidi?

E’ quindi utile avere a disposizione un salvavita, mezzo che permetta un rapido contatto con qualcuno che possa aiutarli, sia che si tratti di un familiare, ma anche di un istituzione preposta al caso.

Per tutte quelle persone che che però non vogliono dotarsi, per i motivi più svariati, di un telefono cellulare o di uno smartphone, da poter tenere con se in ogni momento, esiste l’opzione data dai salvavita per anziani.

Ne esistono molte varianti, facilmente reperibili in commercio, ed hanno prezzi decisamente abbordabili e per finire il loro utilizzo è molto semplice adatto anche a chi è refrattario all’uso dei mezzi telefonici.

Come funziona un salvavita per anziani?

Questa tipologia di prodotti, molto diffusa anche se le nuove tecnologie, come i cellulari e gli smartphone, la sta sempre più soppiantando, consente di mandare un allarme istantaneo premendo soltanto un bottone.

Il pulsante, molto visibile e spesso di un colore rosso, o comunque molto acceso, si trova nella parte superiore del dispositivo, ed è semplice da usare. Se premuto, immediatamente il segnale parte e ci mette in contatto con i numeri indicati tra quelli da chiamare in caso di emergenza.

Nei salvavita per anziani, se il primo contatto non dovesse rispondere procederà, in base all’ordine dei nominativi indicati nella lista, finchè non troverà una risposta positiva. I referenti, da poter indicare come contatti in caso di emergenza, non devono essere obbligatoriamente familiari o persone, ma si può indicare anche il numero di telefono del pronto soccorso, dei pompieri o della polizia, per fare degli esempi.

Il salvavita può essere integrato con sensori, che quasi sempre non hanno bisogno di fili per essere collegati, utili per lanciare l’allarme anche quando l’anziano, magari per distrazione, non si è accorto della situazione di potenziale pericolo, come ad esempio una fuga di gas o una perdita d’acqua.

Questi vanno quindi posizionati in base al rischio che devono tenere sotto controllo.  Anche se il telefono può essere utilizzato come qualsiasi altro apparecchio simile, è il telecomando quello che lo rende diverso permettendo di rispondere anche a distanza e rendendolo in qualche modo simile ad un cordless da portare sempre con se, semplicemente tenendolo in una tasca.

Le impostazioni, come l’inserimento dei numeri in rubrica, la scelta della suoneria e la regolazione del volume dell’audio, vengono gestiti tramite un semplice menù. Anche se il suo utilizzo potrà sembrare complicato, in realtà non lo è affatto, e vale veramente la pena avere un salvavita a casa, poiché potrebbe salvarci in caso di situazioni pericolose.

Quando può essere utile un salvavita per anziani?

Gli anziani che vivono da soli hanno un reale bisogno di un mezzo che possa lanciare un allarme istantaneo per raggiungere qualcuno che possa accorrere in caso di pericolo.

Indicato in special modo anche agli invalidi, o a persone che hanno grossi problemi di salute,  il salvavita è un prodotto che dovrebbe essere presente in casa di tutte quelle persone che rientrano in queste categorie o che sono semplicemente anziane, e che non vogliono comprare un cellulare od uno smartphone perché magari non si reputano capaci di utilizzarlo.

Il salvavita per anziani è molto utile anche per dare un senso di sicurezza a chi lo possiede; sapere che in caso di emergenza non si è soli, perché il telefono contatterà qualcuno da mandare in aiuto anche se noi non siamo in condizione di farlo direttamente, da un gran supporto psicologico a chi vive da solo o a chi ha problemi di salute.

Il suo utilizzo è consigliato anche a quelle persone che vogliono poter usufruire del servizio di un oggetto semplice, senza doversi avventurare nell’acquisto di un prodotto troppo moderno che le metterebbe in difficoltà durante l’utilizzo.

Le persone sbadate, che magari stanno manifestando i primi sintomi di una degenerazione neurologica, è bene che si dotino di un salvavita con sensori aggiuntivi per prevenire situazioni a rischio dovute alla disattenzione che questi disturbi comportano. Concludendo il possesso di un salvavità è consigliabile a chi, non avendo un cellulare, vuole avere la possibilità di lanciare un Sos in caso si presentano condizioni di pericolo all’interno della casa. Oltre che ha tranquillizzare chi ne possiede uno, danno un senso di maggiore rilassatezza anche ai familiari che sanno che il loro caro può lanciare un allarme se si dovesse trovare in difficoltà.

 

Beghelli 3112N

Beghelli 3112NPiccolo e quindi ben posizionabile in qualsiasi angoletto della casa vogliate, questo sistema di telesoccorso della Beghelli, che utilizza un voltaggio di alimentazione di 230v, invia il segnale di telesoccorso semplicemente premendo il tasto rosso presente sia sul radiocomando che sul dispositivo. Questo è ben visibile anche per chi ha problemi di vista. La sua funzione può essere ampliata aggiungendo dei sensori accessori che consentono di far partire, in modo autonomo, vari tipi di allarme come quello antintrusione e alcuni di tipo ambientale; questa funzione è molto utile poiché permette di lanciare un allarme in caso di fughe di gas, allagamento o presenza di fumo. I sensori non hanno bisogno di fili per essere collegati, ma usano la tecnologia basata sulle onde radio. I numeri memorizzabili da contattare in caso di allarme sono 8. Tra i suoi optional ci sono il vivavoce ed il telecomando, questo è fondamentale per poter sfruttare l’uso del salvavita senza doverlo avere fisicamente sotto la mano; può essere personalizzato con un codice di 6 cifre. Ma la funzione più interessante di questo oggetto è la presenza di una batteria che ne permette un uso anche in mancanza di corrente, per dare maggiore sicurezza anche in casi di emergenza.

>>>Valutazioni, recensioni, specifiche e prezzo su Amazon.it<<<

Brondi Super Bravo Plus

Brondi Super Bravo PlusGià il suo colore, argento, lo presenta come un’oggetto da posizionare in bella vista in casa. Se a questo sommiamo se sue dimensioni ridotte,  ci troviamo di fronte ad un telefono assolutamente da avere. Ma il Brondi Super Bravo Plus non è solo bello, ma anche molto utile grazie alle sue numerose funzioni. Il suo display, che si illumina durante l’utilizzo, è ben visibile, anche se non è a colori. La rubrica contiene fino a 30 contatti ed il telefono, quando il contatto è presente il rubrica, ne annuncia il nome quando arriva la chiamata. Per chi ha problemi di vista sia i tasti che la rubrica sono parlanti. Il volume è alto, sia nelle suonerie che negli squilli, ma anche durante la chiamata, ed il telefono è inoltre compatibile con apparecchi per i deboli di udito. Ha la funzione vivavoce ed offre la possibilità di associare due tasti a memoria diretta con foto, per renderne ancora più semplice l’utilizzo. Questo telefono salvavita è dotato di un telecomando che permette di effettuare la chiamata di soccorso, ma anche di rispondere alle chiamate in entrata. I tasti, grandi e facili da digitare, lo rendono adatto veramente a tutti.

>>>Valutazioni, recensioni, specifiche e prezzo su Amazon.it<<<

Condividi

Nessun Commento

Aggiungi il tuo